Analisi Amianto


L’amianto è un minerale naturale a struttura fibrosa. La particolarità delle sue fibre è di essere resistenti al fuoco, agli acidi e alle sollecitazioni a trazione.
In passato l’amianto era molto apprezzato per la sua resistenza al fuoco e al calore. Inoltre poteva essere miscelato anche ad altri materiali (ad es. cemento e resine) per creare dei materiali compositi. Anche se l'amianto è vietato da molto tempo, questo materiale continua a rappresentare un pericolo per la salute delle persone .

 

Esempi di dove potrebbe trovarsi l' Amianto in abitazioni e strutture costruite prima del 1980.

Analisi Amianto Roma

info@tecnosib.it 5,0 1 Laboratorio Analisi Amianto Roma

analisi amianto roma

 

  • 1.Isolamento 
  • 2. Materiali di copertura 
  • 3. Finestre 
  • 4. Soffitte  
  • 5. Apparecchiature elettriche 
  • 6. Cappe
  • 7. Vernici per strutture 
  • 8. Registri Camino 

 

 

 

  • 9. Elettrodomestici
  • 10. Piastrelle Pavimenti
  • 11. Fornace Covers
  • 12. Tubi Isolamento
  • 13. Asciugatrici
  • 14. Freni Veicolo
  • 15. Esterni
Il laboratorio Tecnosib è qualificato nella determinazione delle fibre di amianto basandosi su strumenti tecnologici adeguati e sulla formazione specifica dei suoi tecnici. 

La vigente normativa, inerente la presenza di fibre di amianto nell'aria o all'interno di manufatti e materiali, fa capo al Decreto Ministeriale del 6 Settembre 1994

La Regione Lazio ha introdotto un Algoritmo per la valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cemento-amianto e del contesto in cui sono ubicate denominato AMLETO 

Amleto è un algoritmo basato su un modello bidimensionale che ha lo scopo di fornire uno strumento operativo, di facile applicazione, per ricavare indicazioni sul comportamento da tenere nei confronti di materiali in cemento contenenti amianto “a vista”, valutandone lo stato di conservazione ed il contesto in cui sono ubicati. Lo strumento si dimostra particolarmente utile per la definizione delle azioni che devono essere intraprese (monitoraggio e/o bonifica) dal proprietario e/o dal responsabile dell’attività che si svolge nei locali interessati dalla presenza di questi materiali contenenti amianto (MCA).

Il metodo è applicabile principalmente alle coperture in cemento-amianto (CA). Gli indicatori considerati fanno capo a due distinte tipologie di parametri: questo perché per determinare la presenza del rischio è necessario considerare, oltre lo stato di conservazione del materiale, il contesto in cui è inserito l’edificio.

A ciascun parametro viene attribuito un punteggio stabilito in modo da limitare la variabilità dovuta alla soggettività del rilevatore. I parametri relativi la descrizione e il contesto in cui è ubicata la copertura vanno valutati complessivamente per l’intera superficie mentre per lo stato di conservazione della copertura, quando non è uniforme, si deve tener conto della situazione che presenta maggiori criticità.

Va sempre prevista una documentazione fotografica a corredo delle schede

 

Le tecnologie per il riconoscimento delle fibre asbestiformi sono distinte in due classi: ricerca di fibre asbestiformi in stato aerodisperso e in campioni massivi.



Il laboratorio utilizza la metodologia di analisi MOCF Microscopia Ottica a Contrasto di Fase secondo le procedure dettate dal DM 06/09/94, inoltre il nostro Laboratorio è qualificato in base al DM 14 Maggio 1996, dal Ministero della Salute CCM, a svolgere attività analitiche relative alle metodiche di microscopia ottica a scansione MOCF MASSA e MOCF AERODISPERSI. CODICE REGIONALE 90LAZ45 inoltre siamo iscritti al programma di partecipazione per la spettrofotometria di assorbimento infrarosso (FTIR)


Tecnosib S.r.l. fa parte del 1° Circuito di Qualità per l'Amianto istituito dal Ministero della Salute nell'anno 2011.